Il cammino Portoghese

Il Cammino Portoghese è la seconda tratta più importante del Cammino di Santiago, in quanto a numero di pellegrini. Nel 2017 quasi 60,000 furono i Pellegrini che scelsero quest’ itinerario.

L’origine del Cammino Portoghese rimonta al XIV, epoca in cui la Regina Isabella di Portogallo realizza due pellegrinaggi a Santiago di Compostela. La voce che le reliquie dell’Apostolo Santiago erano custodite in questa città si era sparsa molto velocemente in tutta Europa. La corona portoghesa ebbe un vincolo evidente con il Cammino e, di fatti, la strada della zona vecchia di Santiago, chiamata “A Raíña” (“La Regina” in galiziano), ricevette questo nome in onore alla monarca.

Continua a leggere...

Nonostante il punto di partenza sia Lisbona, la capitale del Portogallo, i pellegrini di solito preferiscono iniziare ad O Porto. Questo può essere dovuto sia all’irregolarità del tracciato iniziale nelle prime tappe, non molto ben segnalate, sia allo scarso valore paesaggistico (molti tratti da Lisbona ad O Porto si svolgono su strade asfaltate, con affluenza di traffico).
Al contrario, una volta ad O Porto, il Cammino è perfettamente indicato, con diverse pietre, segnali e frecce gialle. Principalmente si sviluppa attraverso le zone rurali, per sentieri non asfaltati, più adatti a chi cammina.
La tratta da O Porto a Santiago di Compostela può realizzarsi in circa due settimane. Se hai meno tempo libero, o il tuo obiettivo è unicamente ottenere la Compostela, puoi optare per gli ultimi 100 km, cioè da Tui a Santiago di Compostela. In questo modo potrai conoscere alcuni dei punti più celebri del sud di Galicia: la Cattedrale di Tui e il suo famoso ponte, il centro storico di Pontevedra e la Chiesa della Peregrina, le acque termali di Caldas de Reis, o Padrón, paese natale di grandi letterati come Rosalía de Castro o Camilo José Cela.

Questa ultima sezione normalmente si completa in 6 tappe, anche se per quelli che non sono preparati a camminare una media di 18 km al giorno, è possibile dividere ogni tappa in due. Le tappe di questi ultimi100 km non offrono grandi complicazioni, eccetto qualche salita puntuale (come nel tramo di A Canicouva).

Il Cammino Portoghese tradizionale è principalmente un sentiero interiore (sebbene offra viste sull’oceano nelle tappe tra Redondela e Pontevedra). Per gli amanti dei paesaggi costieri, esiste un itinerario conosciuto come il Cammino Portoghese della Costa.
Entrambi i sentieri partono da O Porto e percorrono diversi itinerari fino ad arrivare a Redondela, punto in cui confluiscono verso Santiago di Compostela.

Per quanto riguarda l’alloggio, le possibilità sono molto varie; da pensioni, agriturismi, pazos e Paradores…a Galiwonders organizziamo viaggi su misura, adatti alle necessità di ogni pellegrino: in camera standard, superiore, il Cammino Portoghese Facile ….le possibilità sono infinite! Il Cammino Portoghese è un percorso sociale, ma allo stesso tempo offre momenti di riflessione.

Se stai cercando un’alternativa più tranquilla al Cammino Francese e allo stesso tempo godere di paesaggi spettacolari e di una gastronomia deliziosa, è l’opzione perfetta per te.

×