La Via Francigena

Un'esperienza unica che unisce storia, cultura e avventura in un viaggio trasformativo.

La Via Francigena è una storica via di pellegrinaggio che collega Canterbury, in Inghilterra, a Roma, in Italia. Sempre più pellegrini scelgono di seguire le orme dei compagni di viaggio del Medioevo.

Los Tours más populares de la Vía Francígena

Via Francigena de Lucca a Siena
134 Km
Lucca
6 Tappe
7 Notti
da 856 €
Vedere
Via Francigena de Viterbo a Roma
108 Km
Lucca
5 Tappe
6 Notti
da 642 €
Vedere

Che cos’è la Via Francigena?

La Via Francigena è un percorso che parte da Canterbury e attraversa 4 Paesi (Regno Unito, Francia, Svizzera e Italia) prima di concludersi a Roma. È lunga circa 2000 km. È anche conosciuta come la via dei Franchi. Questo incredibile itinerario è una meravigliosa opportunità per incontrare molte persone, visitare luoghi bellissimi e conoscere la storia di ogni Paese in modo più approfondito.

Sebbene questo pellegrinaggio sia meno conosciuto di altri più popolari (come il Cammino di Santiago), ha un enorme valore storico e tradizionale. È molto interessante vedere i diversi significati che questo percorso ha avuto nel corso dei secoli. Nel corso degli anni, non è stato utilizzato solo dai pellegrini. Infatti, anche molti mercanti e militari la percorrevano.

Per i pellegrini moderni, la Via Francigena è un’esperienza unica che permette di scoprire luoghi incredibili, ma anche di prendere coscienza di sé, in un contatto più profondo con la natura.

Questo percorso diventa ogni anno più popolare esan-gimignano-galiwonders pellegrini da tutto il mondo si preparano per affrontare un tramo della Via Francigena durante il loro soggiorno italiano. Senza dubbio, quest’esperienza rappresenta un’occasione unica per conoscere il territorio italiano ad un ritmo più lento. Il camminante può visitare il Bel Paese fuori dai grandi circuiti turistici e quindi conoscere aspetti più intimi e reali del territorio. In Italia, dove si sviluppa la maggior parte della Via Francigena, ci sono due trami principali: da Lucca a Siena in Toscana e da Viterbo a Roma, nel Lazio.

Distanza e punti di partenza in La Via Francigena

DISTANCIA: ETAPAS: DURACIÓN: DIFICULTAD: INICIO:
134 Km 6 Etapas 7 Noches 2/5 Lucca

Lucca en la Vía Francígena
Lucca, una joya de la Toscana de arquitectura medieval que se funde con elementos romanos y renacentistas.

Situada en la Toscana, la ciudad de Lucca destaca por sus murallas del siglo XVI perfectamente conservadas y sus numerosos y valiosos monumentos que revelan su pasado como la ciudad más importante de la Edad Media italiana.

Es conocida popularmente como la “Ciudad de las 100 torres y 100 iglesias“, apodo que describe su silueta, donde las torres se elevan por encima de los tejados.

DISTANCIA: ETAPAS: DURACIÓN: DIFICULTAD: INICIO:
108 Km 5 Etapas 6 Noches 3/5 Viterbo

Viterbo en la Vía Francígena
La ciudad de Viterbo posee uno de los conjuntos medievales mejor conservados del centro de Italia.

También conocida como “La ciudad de los Papas” por ser sede temporal de varios papas durante el siglo XIII, las huellas de la civilización etrusca se entrelazan con un pintoresco trazado medieval y las terapéuticas aguas termales.
Viterbo cuenta con un hermoso centro histórico que conserva su estructura medieval. Sus estrechas calles empedradas y sus plazas crean una atmósfera auténtica que transporta al pasado a quien la visita.

Mappa La Via Francigena

Tappe La Via Francigena

No data was found

Livello di difficoltà La Via Francigena

La Via Francigena è un percorso considerato di media difficoltà, caratterizzato da numerose salite e discese. Si tenga presente che il livello di difficoltà di questo percorso può variare a seconda di come si decide di suddividere le tappe, delle proprie condizioni fisiche e delle condizioni meteorologiche al momento del viaggio.

Distanza

L’intera Via Francigena è lunga oltre 20.000 km, da Canterbury a Roma. Si può iniziare il percorso da Lucca o Siena, con una durata di 134 km; oppure da Viterbo con 180 km fino a Roma. La distanza percorsa ogni giorno può influire sulla difficoltà, quindi è importante pianificare le tappe in base al proprio livello di forma fisica.

Il terreno

La Via Francigena copre un’ampia varietà di terreni, attraversando diversi Paesi e regioni, dalle strade di campagna ai sentieri di montagna. In Inghilterra ci sono molti sentieri che attraversano campi e foreste e tratti asfaltati che attraversano le aree urbane. In Francia e in Svizzera, il terreno inizia a diventare montuoso, soprattutto nelle regioni alpine della Svizzera, mentre in Italia il terreno si snoda principalmente tra colline, pianure e tratti urbani.

L’altitudine

Lungo la Via Francigena, l’altitudine varia notevolmente a seconda della regione. Le tappe in Inghilterra sono generalmente pianeggianti, mentre in Francia si incontrano colline e terreni più ondulati. In Italia, le pendenze sono più pronunciate in Toscana e nella regione Lazio e Campania.

Il tempo

Il periodo ideale per percorrere la Via Francigena (o Cammino di Santiago) non è l’alta stagione, poiché da fine giugno a inizio settembre (alta stagione per il turismo tradizionale) il clima è troppo caldo per percorrere una media di 15-20 km al giorno. Per questo tipo di turismo itinerante, è consigliabile scegliere altri periodi con clima più fresco, come fine aprile-inizio giugno e metà settembre-fine ottobre.

La Via Francigena attraversa diverse regioni e Paesi, dall’Inghilterra all’Italia, e il clima può variare notevolmente lungo il percorso.
L’Inghilterra ha un clima oceanico con estati calde (25°C-30°C) e inverni freddi con temperature vicine a 0°C. Le precipitazioni sono abbondanti durante tutto l’anno. Le precipitazioni sono abbondanti durante tutto l’anno, soprattutto in inverno.
La Francia e la Svizzera hanno un clima continentale. Le temperature superano i 26°C in estate e oscillano tra i 6°C e i 9°C in inverno. Le precipitazioni sono più abbondanti a novembre.

Señal en la Vía Francígena

Cosa fare e vedere al La Via Francigena?

Forse non tutti sanno che l’Italia, pur avendo una lunga storia, è in realtà un Paese molto giovane, i cui confini sono molto recenti. È sempre stato un luogo di continua lotta per stabilire il controllo delle sue terre.

Un Paese così frammentato aveva bisogno di rotte che facilitassero i collegamenti non solo in termini politici e militari, ma anche per le sue transazioni commerciali.

Dove passa la Via Francigena?

La Via Francigena è un’antica via di pellegrinaggio che si snoda dall’Europa nord-occidentale all’Italia centrale, terminando in Piazza San Pietro nella Città del Vaticano.
Noi di Galiwonders offriamo diversi itinerari sul tratto della Via Francigena che attraversa l’Italia. Questa Via attraversa regioni affascinanti come San Gimignano, Siena, Viterbo o Roma.

San Gimignano

Conosciuta come la Manhattan medievale e situata su una collina in Toscana, la città di San Gimignano. Conserva gran parte delle sue antiche mura e il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La sua posizione strategica sulla Via Francigena la rende un punto di riferimento per pellegrini e viaggiatori alla ricerca di un’esperienza autentica.

Siena

Immerso nelle colline toscane, questo gioiello medievale è una delle regioni più visitate d’Italia. Nel suo centro storico sorge la Torre del Mangia, dove ogni 2 luglio e 16 agosto si svolge il tradizionale Palio, una competizione equestre tra i diversi quartieri della città.

Siena en la Vía Francígena

Viterbo

Conosciuta anche come “Città dei Papi” per essere stata sede temporanea di diversi pontefici durante il XIII secolo, le tracce della civiltà etrusca si intrecciano con un pittoresco impianto medievale e con le terapeutiche acque termali.
Viterbo ha un bellissimo centro storico che conserva la sua struttura medievale. Le sue strette strade e piazze acciottolate creano un’atmosfera autentica che trasporta i visitatori indietro nel tempo.

Roma

Incastonata tra gli Appennini e il Mar Tirreno, Roma, “la Città Eterna”, è una delle capitali più storiche d’Europa e sede dello Stato Vaticano, che ospita il potere religioso più influente del mondo.
Camminare per le strade di Roma significa attraversare la sua incredibile storia, che abbraccia più di due millenni. Fu sede dell’antico Impero Romano e conserva numerosi monumenti e rovine antiche, come il Colosseo, il Foro Romano e il Pantheon, che testimoniano il suo grandioso passato.

Roma en la Vía Francígena

Monumenti da non perdere sulla Via Francigena

Torre del Gunigi

Questa torre medievale ha più di 700 anni ed è uno dei simboli della città di Lucca. A renderla ancora più speciale è la presenza di un giardino in cima. In cima, un piccolo bosco di querce offre ombra e un’oasi verde nel cuore della città.

Val d’Elsa

Nella regione Toscana, tra i fiumi Elsa e Pesa, si trova questa magnifica valle nota per le sue bellezze naturali e la sua ricca storia. All’interno della valle si trovano diversi borghi medievali come San Gimignano, Colle di Val d’Elsa e Monteriggioni.

Castello di Monteriggioni

Questo castello è uno dei gioielli della Via Francigena. Risale al XIII secolo e il suo scopo principale era quello di fungere da fortificazione difensiva per proteggere il confine settentrionale del territorio senese da possibili invasioni. Dalle sue mura si possono ammirare spettacolari viste panoramiche sulla campagna circostante, tra cui vigneti, colline e paesaggi tipici toscani.

Luoghi alternativi da scoprire sulla Via Francigena

Parco Nazionale delle Alpi Apuane (Italia)

Le Alpi Apuane si elevano a quasi duemila metri di altitudine con il Monte Pisa e sono un vero spettacolo della natura. Cime maestose con un’incredibile vista sul mare, valli profonde, grotte spettacolari e laghi verdi sono i protagonisti di questo ambiente che dal 2011 fa parte della Rete globale dei geoparchi dell’UNESCO.

Mont Saint-Michel (Francia)

Arroccato su una roccia che emerge da un’ampia baia in Normandia, si trova questo complesso medievale cinto da mura. Il sito comprende un piccolo villaggio e un’abbazia benedettina, che nel Medioevo divenne un importante centro culturale e di pellegrinaggio.
È uno dei siti più visitati della Francia ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979.

Mont Saint-Michel en la Vía Francígena

Colline del Chianti

Situate tra le città di Firenze e Siena, queste colline presentano splendidi paesaggi di vigneti, boschi di castagni e lecci, suggestivi borghi medievali, romantici castelli e affascinanti palazzi coloniali. È anche la terra dove si produce uno dei migliori vini rossi del mondo: il Chianti.

Storia La Via Francigena

Anche se con un altro nome, la Via Francigena trova le sue origini nel VII secolo, a causa delle controversie tra Longobardi e Bizantini. Fu allora che si comprese la necessità di creare un percorso che unisse il Regno di Pavia a nord, in mano ai Longobardi, con le terre più a sud.

Il percorso, originariamente chiamato “Via di Monte Bardone” perché passava per Mons Langobardorum (oggi Cisa), proseguiva lungo la Val di Magra fino alla città di Lucca.
Dopo aver attraversato il fiume Arno, continuava lungo la valle del suo affluente, il fiume Elsa, per raggiungere Siena. Lì, le valli dell’Arbia e dell’Orcia attraverso un semplice percorso permettevano ai passanti di raggiungere l’antica via Cassia che finalmente portava a Roma.

Con il cambio di dominio dai Longobardi ai Franchi, è stato cambiato anche il nome del percorso che oggi conosciamo come Via Francigena, cioè “Strada dei Francesi” o “Strada che parte dalla Francia”, un territorio che comprendeva quella che oggi è la Francia, la Valle del Reno e i Paesi Bassi. Fu grazie a Carlo Magno che la Via Francigena iniziò a ricevere un traffico maggiore e regolare tra il nord e il sud dell’Europa.

Grazie all’amministrazione carolingia le condizioni migliorarono molto, permettendo a un numero enorme di persone di viaggiare, compresi i commercianti e i pellegrini.

La pratica dei pellegrinaggi divenne sempre più popolare e le mete religiose preferite erano, oltre a Gerusalemme, Santiago di Compostela e Roma.
Tuttavia, perché la Via Francigena diventasse così nota, è stato necessario attendere ancora un po’. Proprio fino al 990 quando lo stesso abate Sigerico, soprannominato il “Serio”, fu ordinato da papa Giovanni XV arcivescovo di Canterbury.

L’Arcivescovo percorse da Roma, tutta la Via Francigena fino a Canterbury dopo aver ricevuto il “Palium”. Nel suo manoscritto, ora conservato al British Museum di Londra, ha scritto in dettaglio il suo viaggio di ritorno a Canterbury e le 80 case in cui ha potuto passare la notte.

Infatti, molti considerano la sua opera come la più accreditata della Via Francigena. Al giorno d’oggi, la maggior parte delle persone vuole fare il percorso da Canterbury a Roma (o, meglio, solo una parte di quel percorso per mancanza di tempo).

Va notato che quando parliamo delle vie in quei tempi, le condizioni erano ben diverse dai cammini moderni. Infatti, in molti casi il percorso variava a seconda delle condizioni ambientali e delle stagioni.

Proprio per questo, i molti pellegrini che sono riusciti a completare questo percorso in quel momento meritano tutto il nostro rispetto.
Non solo per la lunga distanza, ma anche per le condizioni in cui si sono trovati. Senza bagagli o abbigliamento adeguato, hanno attraversato ostacoli imponenti come il passo che collega la Svizzera e l’Italia, chiamato Passo del Gran San Bernardo (con un’altitudine di 2.473 m).

Nel corso del XIII secolo la Via Francigena, diventando sempre più il punto di collegamento strategico per i prodotti provenienti dall’Oriente, ha subito alcune modifiche. A causa della crescita del suo ruolo commerciale, sono state aggiunte altre rotte alternative, principalmente per includere un collegamento più diretto tra Firenze e Bologna con Roma.

Da qui è nato il percorso denominato “la Via Regia di Roma” (Bologna-Firenze-Siena-Roma), che ha cominciato ad essere considerato il principale itinerario fino ad oggi.

La Via Francigena oggi

Questo itinerario, che oggi attraversa l’Inghilterra, la Francia, la Svizzera e l’Italia, è stato riconosciuto nel 1994 dal Consiglio d’Europa come “Itinerario culturale europeo” e dal 2004 fa parte anche dei nove “Grandi itinerari culturali europei”.

La distanza della Via Francigena raggiunge i 2040 km, a causa delle modifiche del percorso originale (deviato sugli attuali binari ferroviari, autostrada ecc…).

Le tappe in cui si può dividere la Via Francigena sono 86, e ci vorrebbero 3 mesi per completarle.

Le tappe sono in media di circa 20 chilometri al giorno e possono essere percorse in bicicletta o a piedi. Il percorso, è stato segnalato principalmente grazie ai volontari (non è così ben indicato come il Cammino di Santiago).

Si può identificare con l’immagine di un pellegrino giallo, che porta una borsa e un bastone da passeggio. Il tutto su fondo giallo e bianco, colori del Papato o del Vaticano. Ma a volte si possono distinguere fino a cinque segni diversi, quindi bisogna fare attenzione.
Se ai pellegrini che si recano a Santiago viene rilasciata la “Compostelana” come certificato del pellegrinaggio sulla Via Francigena si rilascia il “Testimonium”.

Suggerimenti se avete intenzione di fare La Via Francigena

Percorrere la Via Francigena in gruppo scolastico

In generale, è stato ampiamente dimostrato che praticare sport, fare attività in un ambiente naturale e condividere esperienze difficili con altri (alcuni trami possono richiedere un moderato sforzo fisico) diminuiscono lo stress, aumentano il buon umore e rafforzano i vincoli emozionali tra i partecipanti. Tutto ciò contribuisce indubbiamente al benessere di chi intraprende un viaggio come la Via Francigena. Inoltre, è un’occasione per approfondire la conoscenza della storia e della cultura locale, integrando la teoria appresa a scuola con una visione più pratica.

Nel caso di studenti stranieri, questa sarebbe senza dubbio un’occasione unica per un confronto multiculturale e poter far pratica in una lingua straniera. Proprio di questi benefici ci parla l’insegnante di un gruppo scolastico che ha percorso il Cammino di Santiago poco prima che scoppiasse il Covid-19.

Il Cammino infatti, come spiega Molly, l’insegnante di questo gruppo americano, ha permesso loro di scoprire nuove capacità, come la perseveranza, la flessibilità e l’importanza del gruppo. Secondo lei, tutto ciò che hanno condiviso nel cammino, gli è servito per affrontare meglio la crisi del coronavirus. Gli stessi studenti hanno dimostrato una immensa gratitudine per poter aver vissuto quest’esperienza insieme, prima di vedersi obbligati a separarsi e a mantenere le distanze.

In un momento come quello che stiamo vivendo, la figura dello studente deve essere più centrale che mai. La sicurezza in sé stessi e la sensazione di appartenenza ad un gruppo, che può scaturire da un’avventura come la Via Francigena, rappresenta indubbiamente un valore inestimabile per gli alunni che si sono visti appartati dalle relazioni sociali così a lungo.

La maratona europea della Via Francigena

Noi di Galiwonders amiamo camminare ed esplorare nuovi Paesi. Per questo motivo vogliamo informare tutti i nostri amici che condividono la stessa passione su questo evento che unisce queste due attività.

Anche se la Via Francigena European Marathon è solo una “passeggiata” o un percorso a passo lento e non di corsa, i partecipanti devono percorrere 42,195 km a piedi, quindi devono essere allenati per portarla a termine. Non si tratta di una gara competitiva, ma di una buona occasione per conoscere questo bellissimo percorso e vivere un’esperienza unica insieme a centinaia di partecipanti.

Ricordiamo che la scadenza per l’iscrizione è il 15 maggio 2019, quindi affrettatevi!

Il percorso partirà da Acquapendente (132 km a nord di Roma) e si concluderà a Montefiascone dopo 42,195 km di cammino a passo lento lungo la Via Francigena.

Si tratta di una bella iniziativa per conoscere questo percorso il cui grande passato storico è ancora oggi vivo.

Alcuni dei percorsi alternativi della Maratona sono:

Acquapendente – San Lorenzo Nuovo: 11,3 km
Acquapendente – Bolsena: 23,5 km
San Lorenzo Nuovo – Bolsena: 12,2 km
San Lorenzo – Montefiascone: 30,9 km
Bolsena – Montefiascone: 18,7 km

Il percorso della Maratona della Via Francigena

La partenza della Maratona della Via Francigena è nella città di Acquapendente, al confine tra Umbria e Toscana.

Dopo aver lasciato la Piazza del Comune, i partecipanti attraverseranno alcuni dei luoghi più emblematici della città e si avvicineranno alla Basilica del Santo Sepolcro.

Qui, all’interno della cripta, si trova il santuario del Santo Sepolcro di Gerusalemme, uno degli esempi più importanti in Europa.

Il percorso prosegue poi verso la città di San Lorenzo Nuovo per il primo arrivo provvisorio (11,3 km). Per chi desidera proseguire fino alla tappa successiva di Bolsena (23,5 km), il percorso si snoda lungo il crinale vulcanico. Passando vicino alla Basilica di Santa Cristina si proseguirà fino a Montefiascone (42,195 km).

Questo sarà l’ultimo e più faticoso tratto dell’intero percorso. La bellezza dei paesaggi ripagherà la fatica. Per esempio, camminando nel Parco Naturale di Turona o godendo della vista sul Lago di Bolsena dall’alto del borgo storico di Montefalcone.

Al termine della maratona, i partecipanti arriveranno a 100 km dalla tomba di San Pietro e potranno ammirare la Rocca dei Papi. Chiamata in italiano Rocca dei Papi, fu costruita da Papa Innocenzo III nel XIII secolo e successivamente utilizzata da molti altri papi. Dai suoi giardini la vista è semplicemente incredibile!

Perché prenotare con Galiwonders?

A modo vostro. Su misura.

Progetteremo un itinerario su misura per le vostre esigenze, preferenze e budget e prenoteremo tutti i servizi per voi. Voi vi godete il viaggio.

Siamo su El Camino

La Galizia è la nostra casa. Abbiamo percorso tutti gli itinerari del Camino e abbiamo contatti diretti con i fornitori di servizi del Camino.

Siamo anche viaggiatori

Parliamo diverse lingue, abbiamo vissuto all'estero e abbiamo anni di esperienza nell'organizzazione di viaggi per persone provenienti da tutto il mondo.

Un'esperienza indimenticabile

Centinaia di pellegrini ripetono anno dopo anno l'esperienza di viaggiare con noi. Vogliamo che anche voi siate uno di loro. Per questo ci impegneremo a rendere il vostro viaggio unico e indimenticabile.

Se avete domande o volete pianificare la vostra esperienza,
Il nostro team si occuperà personalmente di voi!
Richiedi ir tuo itinerario su misura
Compilate il modulo e riceverete il preventivo nella vostra e-mail entro 24-48 ore.
Solicita tu itinerario
Rellena el formulario y recibirás el presupuesto en tu email en 24-48h.
×

Atención comercial | Commercial Attention

×